giovedì 16 aprile 2015

Carbonara di polenta al profumo di tartufo e croccante di radicchio tardivo di Treviso.

Ricettina veloce e gustosa
Per 4 persone.
Polenta piuttosto granulosa circa 400 gr già cucinata.Io macinata a pietra.
Burro tartufato circa un cucchiaino.
Burro salato circa una noce.
Olio al tartufo bianco circa 6 gocce.
Radicchio tardivo, tre coste.
2 uova.Latte.
Pepe bianco e sale qb.
Procedimento:
Cuociamo la polenta e poi la versiamo in uno stampo per plumcake, la lasciamo raffreddare e la tiriamo fuori. La tagliamo prima a fette e poi a quadratini. In una padella adeguata sciogliamo il burro tartufato con altro burro salato. Mettiamo la polenta a dadini e la saltiamo per cinque minuti a fiamma moderata, nel frattempo sbattiamo le uova aggiungendo un pizzico di sale e il latte...circa 5 ml, tiriamo fuori dal fuoco la padella con i dadini di polenta e li lasciamo raffreddare un pò e quindi versiamo le uova...incominciamo a strapazzarle insieme ai dadini, rimettiamo sul fuoco e continuiamo a strapazzarle fin quando non saranno cotte. Aggiungiamo una macinata di pepe bianco e il radicchio tagliato a julienne...attenzione a non farlo appassire, cerchiamo di lasciarlo croccante. Saltiamo bene e amalgamiamo. Spegniamo e aggiungiamo qualche goccia di olio al tartufo bianco... Impiattiamo .

Prossime ricette. Tocchetti di polenta con burro aromatizzato alla maggiorana e carciofi.
Polenta 'ncasata alla Calabrese.

martedì 20 gennaio 2015

Polpette saporite con macinato di carne di tacchino



Ricettina veloce, le ho fatte mi son piaciute e ve le propongo.
Ingredienti:
350/400 gr di macinato di tacchino.
1 panino raffermo da 2 giorni.
50 gr di pecorino pepato.
50 gr di pecorino romano.
70 gr di parmigiano Reggiano.
1 spicchio d'aglio.
1 uovo intero grande.
3 ciuffetti di prezzemolo.
2 cucchiai di latte.
Sale e pepe bianco qb.
Olio exv di oliva per friggere.
Nel boccale del bimby ho inserito il pane i formaggi e il prezzemolo lavato e asciugato. Ho frullato e fatto la panura. Quindi in una bolla ho messo il macinato la panura, lasciandone un pò da parte l'uovo un pizzico di sale e una macinata di pepe bianco.
Ho amalgamato il tutto aggiungendo i due cucchiai di latte.
Dopodichè ho formato le polpette
Ho fatto la forma allungata.
Quindi le ho passate nella panura messa da parte.
In una padella antiaderente ho versato dell'olio exv di oliva portandolo a temperatura (circa mezzo bicchiere) e ho incominciato a friggere rigirandole spesso.
E queste le polpelte calde calde ma soprattutto gustosissime.
Favolose.
Grazie e alla prossima.

venerdì 31 ottobre 2014

Linguine alla paprika con crema dei gambi dei broccoli e zenzero

Ultimamente ho cambiato il mio regime alimentare, in seguito posterò delle ricette quasi vegane, nel frattempo vi delizio con questa.
Quattro passaggi per un piatto delizioso. Adoro gli broccoli, soprattutto questo tipo molto simile ai friarielli, sono dolcissimi e in questo periodo li cucino in svariati modi. Mi piacciono molto nel modo tradizionale, cioè affogati e per questa ricetta ho pensato anche a una variante, fare la crema con i gambi e poi aggiungere lo zenzero...che delizia.
Quindi li ho semplicemente "affogati" mettendoli in padella con un filo di olio exv, un pò d'acqua e coprendoli con un coperchio fin quando non si sono inteneriti.
Dopodichè ho preso i gambi, li ho messi in un recipiente per minipiper e ho aggiunto un pò di sale e un cucchiaio di olio exv e li ho frullati.
 Ottenuta la crema dei gambi l'ho passata in una padella dopo aver scaldato una radichetta di zenzero grattugiato. Ho amalgamato bene il tutto riscaldando semplicemente e in una pentola ho cucinato le linguine aggiungendo all'acqua di cottura mezzo cucchiaino di paprika piccante.
Ho scolato le linguine al dente e li ho versati nella padella
Ho saltato amalgamando bene ed aggiungendo dell'acqua di cottura delle stesse e ho impiattato.
Gusterete un piatto che sicuramente vi darà molte soddisfazioni e non solo al palato...
Grazie e alla prossima.

sabato 6 settembre 2014

Cous cous con salame di Calabria Dop per I.S.I.T.

Qui gioco in casa con la seconda ricetta dei salumi Dop per I,S,I,T con il salame piccante che da noi si mangia ad ogni inizio di pranzo accompagnato da pecorino e sott'olii. Ma oggi ho voluto dare una nota diversa, quindi  l'ho usato per accompagnare questo gustosissimo cous cous facendo in modo che il croccante e il piccante del salame desse un gusto particolare al piatto..
Ho sgranato il cous cous, 300 gr con altrettanti di acqua calda, ho aspettato che tutta l'acqua venisse assorbita e nello stesso tempo che il cous cous si cucinasse e ho proseguito mettendolo sulla fiamma e aggiungendo qualche cucchiaio di olio exv di oliva.
Dopodichè ho preparato un trittico di carote, cipolle, sedano e qualche spezia e l'ho aggiunto al cous cous amalgamando bene.
Amalgamati i primi ingredienti ho aggiunto ancora dei pomodorini cubettati e delle verdure...lattughino, lattughino rosso. spinacino e rucola tutto tagliuzzato.
Dopo le verdure, ii piselli...
Mescolato bene il tutto l'ho messo a riposare e sono passato...
a rendere croccante un paio di fette di salame di calabria piccante Dop.
e una volta impiattato il cous cous ho finito il piatto con le fettine croccanti di salame piccante.
E questo il piatto...saporito leggero, ma soprattutto gustoso e piccantino.
Grazie a tutti e grazie a I.S.I.T per avermi dato la possibilità di provare alcuni dei salumi tutelati italiani. Un abbraccio e alla prossima.

giovedì 28 agosto 2014

Simil sushi in versione burrito con la bresaola IGP della Valtellina per I.S.I.T.

In ritardissimo con questi post. Ho deciso di partecipare anche io a quest'anno al contest con i salumi dop e igp e quindi come prima ricetta propongo questo simil sushi fatto con una tortillas a modo di burrito.
Per questa preparazione serve innanzitutto preparare una insalata di riso, la mia quanta più messicana possibile, fatta con peperoni, mais, habanero, olive, carote, pomodorini e qualche cuore di carciofo, il tutto non in agrodolce ma con olio exv di oliva.
Quindi una volta preparata l'insalata di riso, ho proceduto a tagliare alcune fette di Bresaola della Valtellina igp.
e riscagata un pà la tortillas ho messo le fette sopra.
Poggiate le fette di bresaola ho adagiato sopra il riso.
Nel centro ho sistemato del lattughino croccante e la mousse di Cipolla di Tropea.
Quindi ho arrotolato ...
e chiuso con della carta di alluminio la tortillas.
che ho provveduto successivamente a riscaldare in una piastra a media temperatura.
Ho tagliato e impiattato.
Ho servito le fette di tortillas simil sushi con una salsa di rucola e brie e un'altra salsa molto piccante. Uhhhmmm...buonissima...assicurato.
Spero che sia di vostro gradimento.
Grazie e alla prossima ricetta veloce semplice, gustosa e profumata.

giovedì 3 luglio 2014

Alici con pomodoro e misticanza al forno.

Gettonatissima in Facebook e quindi ho deciso di postarla. L'ho chiamata insalata di alici croccante solo perchè usando pomodoro e verdura mi sembrava più una insalata che una tortiera e immaginavo proprio le insalate estive fatte anche con le alici. Non posso descrivere il gusto, il sapore, ma vi invito a provarla, sarà una grande soddisfazione per voi e per i vostri commensali. Semplice, economica, personalizzabile a proprio gusto e veloce con un ingrediente principale spesso sottovalutato, ma che in fondo da delle grandi soddisfazioni in cucina...le alici.
Quindi servono per 4 persone:
Un kg di alici senza lisca e pulite.
200 gr tra lattughino biondo, romano, rosso, spinacino e rucola.
Uno due pomodori da insalata.
Mezzo spicchio d'aglio.
200 gr di pane raffermo, meglio se è del giorno prima.
50 gr di pecorino romano.
50 gr di pecorino pepato stagionato.
30 gr di pecorino stagionato locale.
Un ciuffo di prezzemolo.
Sale qb.
Olio evx di oliva qb.
Per la guarnizione:
Tre patate.
Mezza cipolla rossa di Tropea IGP.
Glassa gastronomica di aceto balsamico.
Nel bimby inserite il pane raffermo tagliato a cubetti, i pecorini, lo spicchio d'aglio tagliuzzato e qualche foglia di prezzemolo, tritate a velocità turbo per qualche secondo o fino a quando non otterrete una panura molto grossolana.
Pulite ben bene le alici privandole dalle lische.
Prendete una pirofila adeguata e versate dell'olio exv di oliva, spargete la panura e subito dopo proseguite con il primo strato di alici.
Finito con lo strato di alici mettete le foglie delle verdure lavate ed asciugate, nel frattempo tagliate a rondelle il pomodoro.
Sulle foglie passate della panura e dopo sopra le rondelle di pomodoro, salate con un pizzico di sale.
Ancora panura sul pomodoro e continuate con le alici.
Fate due strati e quando avrete finito ricoprite interamente con la panura versando un filo d'olio.
Infornate a forno preriscaldato a 190°C per circa 15 minuti o fin quando non sarà ben gratinata.
 Sfornate e lasciate raffreddare per qualche minuto 
Tagliate e servite.
Ho impiattato servendomi con delle patate cotte nel forno dentro carta di alluminio prima e durante la cottura delle alici. 
Tagliate le patate a rondelle e fate 3-4 strati alternati con la cipolla, finite con del prezzemolo sminuzzato, un pizzico di sale, olio exv e qualche goccia di glassa.
Gusterete un piatto unico...spero.
Grazie e alla prossima.

mercoledì 4 giugno 2014

Le mezze maniche 'ncasate e le cipolline sorprese.

E già, le cipolline son rimaste tutte sorprese, sono le carissime amiche AlessandraMaria FrancescaLiberaOrnella e Simona e Claudia dalla mistery-box che gentilmente il gran capo di Delizie Vaticane di Tropea ha inviato. Ovviamente ho parlato del giochino che avevo in mente e così ha accettato...Grazieeeee e grazie alle amiche blogger per aver anche loro accettato di fare una piccola sfida a colpi di cipolla e prodotti con cipolla. Quindi prestissimo le ricette che poi oltre nei propri blog o nei propri profili di facebook, le troverete inserite anche in Gente del Fud
Adesso vi lascio una ricettina a base di zucchine e cipolla dolce IGP di Tropea.
Mezze-maniche 'ncasate (che significa al forno, una pasta povera che veniva fatta con il sugo di pomodoro e vari ingredienti) Io ho fatto una versione a modo mio.
Quindi prendete due zucchine e una bella cipolla rossa di Tropea. Tragliate le zucchine a rondelle e la cipolla a fette sminuzzandola un pò.
In una padella mettete una generosa dose di olio exv di oliva e una noce di burro, verste le zucchina e fatela soffriggere per dieci minuti circa, quindi verste la cipolla e fatela appassire. 
Quando la cipolla si sarà appassita versate nella padella un bicchiere d'acqua e fate restringere il sughetto, quindi versate dei pomodorini ciliegino e fate cuocere per almeno 10 minuti. Spegnete e preparate la panura ai 4 formaggi. 
Nel boccale del vostro frullatore inserite il pane raffermo, 4 tipi di formaggi, io grana, pecorino romano, pecorino pepato e pecorino calabrese stagionato. Frullate fino ad ottenere una panura come in foto.
Nel frattempo cuocete le mezze maniche e scolateli piuttosto al dente (le mie son garofalo) versateli nel sugo e saltate.

Dopo aver saltato bene la pasta, versate il tutto in una pirofila adeguata.
Prendete la panura e coprite interamente la pasta.
Cuocete a nel forno preriscaldato a 180°C per il tempo di gratinatura.
Sfornate e servite caldo.
Buon appetito.
Grazie e a presto con le ricette della sfida tutte a base di cipolla.

Ti potrebbero interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...