sabato 14 novembre 2009

IL pescestocco a modo mio

Coniugare tradizione con evoluzione è capacità anche di un territorio in grado di offrire molte risorse come lo è la nostra terra, frà queste risorse vi sono quelle gastronomiche e frà questi lo stocco di Mammola e io lo presento cucinato a modo mio.Per 4 persone servono circa 800gr di stocco già ammollato, 600 gr di patate, 150 gr di olive verdi, 250 cc di olio exverg di oliva, due cipolle grosse, capperi, una manciata di basilico e prezzemolo, 2 gambi di sedano, 4 pomodorini del pendolo, aglio 2 spicchi, sale e pepe qb.
Tagliate lo stocco a pezzi non troppo piccoli e deliscatelo ove fosse necessario: In un tegame capiente di terracotta mettete l'olio e fatelo riscaldare un pò.


Aggiungete adesso la cipolla i capperi l'aglio le olive il sedano i pomodorini e fate soffriggere a fuoco vivace per un pò











Quando il sugo si sarà addensato un poco aggiungete le patate tagliate a dado o a fette.





e subito dopo lo stocco






abbassate la fiamma e fatelo cuocere per circa due ore a fuoco bassissimo e aggiustate di sale.





Poco prima che lo stocco arrivi a cottura aggiungete il prezzemolo il basilico e il pepe a piacere.
Alla fine il risultato è questo.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

amico mio, il pescestocco proprio non mi va giù, preferisco la pizza, la pitta, i porcini e quant'altro. per te va bene lo stesso??

franco

mimma ha detto...

anche questo.....NON HO PAROLE!!!!! io adoro il pesce stocco anche se sono palermitana ma ho imparato a conoscerlo grazie a mio marito , che è messinese, e lo adora....quindi mi hai dato delle idee meravigliose e altrnative al pescestocco alla ghiotta e a quello crudo ad insalata!!!!!

Ti potrebbero interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...