mercoledì 23 ottobre 2013

Tanto per cambiare...faccio un pane, ma con Senatore Cappelli e Canapa sativa.

Carissimi, dopo molto tempo mi riaffaccio al blog. Devo essere sincero mi manca moltissimo, ma per il momento è così. Ritorno con un lievitato, chi mi segue in fb mi vede sempre con le mani in pasta e sempre più che altro con i lievitati. Ho voluto provare in questo caso la "canapa sativa" per le sue proprietà, così come ho fatto per la farina di lino ricca di Omega 3 e altre vitamine. La ho associandola a una farina nobile, la Senatore Cappelli. Per la preparazione riportata in foto ho usato: 360 gr di farina Senatore Cappelli, 90 grammi di farina "0", 50 gr di canapa sativa (io consiglio di usarne al massimo non più del 15%, io mi son tenuto intorno al 10%), 10 gr di lievito madre secco, malto in polvere 6 gr, sale e acqua effervescente qb e ho proseguito così. 
Per prima cosa ho attivato il lievito madre secco con un pò di acqua effervescente il malto e un pò d'olio fin quando non ha incominciato a fare bollicine. Ho setacciato le farine e ho aggiunto il sale, le ho mescolate bene e ho proseguito aggiungendo il lievito e subito l'acqua sempre effervescente. Quindi ho incominciato ad impastare fin quando non ho ottenuto un impasto liscio, omogeneo e ben incordato. Il risultato comunque dev'essere che l'impasto sia idratato bene, la mia prova è sempre quella di far appiccicare la mano e staccarla facilmente. Chi mi segue sa che vado a occhio.
Finito di impastare per circa 20 minuti tassativamente a mano, ho preso l'impasto e l'ho messo in una ciotola di legno e l'ho lasciato che lievitasse, non ho tempi, nel senso quando raddoppia passo alla fase successiva. Dunque quando è raddoppiato non ho rotto l'impasto, ma l'ho messo su una spianatoia e l'ho schiacciato molto in lungo e poco in largo, perchè la mia intenzione era quella di fare una treccia.
Nelle foto la treccia e un rollo.


Fatte le forme le ho messe a lievitare coperti da due canovacci, uno umido e uno no...quello non umido sopra le forme e l'altro ancora di sopra, in questo modo l'impasto rimarrà umido. Ho aspettato che rilievitasse fin quando non ho visto delle crepe sulle forme. Ho infornato in forno preriscaldato a 180° C per il tempo necessario.
Di seguito il risultato...Premetto che questo pane con canapa sativa già e stato fatto credo da molti...e se eventualmente qualcuno trovasse affinità con qualche altra ricetta chiedo scusa se non cito, ma purtroppo in rete non ci sono andato per vedere se chi e come avesse fatto questo genere di pane.




Spero vi piaccia. Il sapore è straordinario, morbido e fragrante, si sente il sapore della Senatore e il retrogusto della farina di canapa, anche merito del lm secco. Grazie per le visite e a presto con i croissant e le brioche con il tuppo con delle ricette tutte mie.



16 commenti:

Laura de Angelis ha detto...

Mi sembra veramente favoloso, ma veramente faoloso! Dove hai comprato la farina di canapa sativa?
Ti linko al mio blog e prima o poi rifaro' questo pane fantastico.
CIAO
Laura

Max ha detto...

Ho comprato la canapa in un negozio bio, si trova pure dove vendono prodotti nature!!! La marca di questa e posso dire che è favolosa è "sottolestelle" grazie!!!

Max ha detto...

Ho comprato la canapa in un negozio bio, si trova pure dove vendono prodotti nature!!! La marca di questa e posso dire che è favolosa è "sottolestelle" grazie!!!

Manuela e Silvia ha detto...

Ma com'è che ti vengono sempre così bene gli impasti di pane?!?!? Questa farina non l'abbiamo mai trovata e provata, ma ne abbiamo sentito parlare spesso e bene.
Se questi sono i risultati...faremo ricerche più approfondite!
CI prenotiamo per le brioches sfogliate di domani mattina!
baci baci

serena ha detto...

Ciao nuccio,i tuoi lievitati sono fantastici, lo sai, e devo ancora provare i croissant .. ma lo farò!! Quanto ai prodotti a base di canapa, addirittura pare che ne ricavino anche il latte, ovviamente totalmente vegetale e ricchissimo di proteine, che proverò presto! buona giornata :)

giulia pignatelli ha detto...

Pane già visto su Fb.. ma sul blog è un'altra storia... Post magnifico, tranne che per Eros all'inizio :)))))

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

non ho mai sentito queste farine e credo nemmeno mai vista a giro...
un gran bel e soddisfacente risultato..
sei magnifico..
lia

annaferna ha detto...

ciao Nuccio e bentornato!!
le tue proposte con farine particolari sono sempre intriganti!
a vista direi eccezionale!! ma aspetto con ansia la tua versione dei cornetti e brioche :P
a presto

Fr@ ha detto...

Ciao bentornato al blog con i tuoi magnifici lievitati che solo a guardarli fanno ingrassare. Ma come si fa a resistere...

Daniela ha detto...

Che meraviglia :)
Non mi stanco di rimirare le foto, sono splendide..... che pane.

Susanna Ambrogetti ha detto...

Sei unico!

Erica Di Paolo ha detto...

Mamma mia Max, sei un grande..... maestro!!!! :))))))))
Pronto al taglio? ;)

Chiara Giglio ha detto...

arriva il profumo fin quassù, che bontà deve essere !

Chiarapassion ha detto...

Grazie al blog di Erica ho scoperto il tuo blog e spero d'imparare qualcosa in più sull'arte della pianificazione.
Notte
Enrica

Maria Luisa ♥ ha detto...

Ma bentornato, che meraviglia questo pane come tutti i prodotti che prepari..sinceramente non conoscevo la canapa sativa, gnorante io....complimenti complimenti!!!

accantoalcamino ha detto...

Ciao Max, eccomi, mi piace l'aspetto rustico delle tue forme, l'idea del lievito madre secco mi piace, quando ci sentiamo mi dici il nome. Buona settimana con bacio.

Ti potrebbero interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...