venerdì 11 aprile 2014

Colomba Pasquale, il mio "brand" impasto base.

Posto questo post perchè ho visto che in facebook ha nutrito interesse, sia con commenti che in molti messaggi privati, quindi vi faccio vedere come ho fatto nel mio classico passo passo. Nessuna pretesa di fare una super colomba o quantomeno imitare quella dei grandi chef pasticceri o di tanti altri che si vedono in rete. Ho solo sviluppato un impasto base, l'ho chiamato "brand" una imitazione che nei prossimi giorni continuerò a perfezionare a modo mio, ma solo giocando sugli aromi, giusto per dare quanto più possibile il gusto della famosa e originale. Sapete bene che per chiamarla colomba Pasquale dev'essere fatta seguendo un disciplinare. Premetto che gli ingredienti possono far variare le dosi per cui giocate con un minimo di percentuale sia in eccesso che in difetto, ma in linea di massima dovrebbero andare bene quelle che scriverò. Incominciamo...serve preparare una biga. Allora ci serviranno 80 ml di acqua tiepida (+o- a 35°C) 80 gr di farina 00 e 22.5 gr di lievito di birra fresco (premetto che io uso quello di alta qualità). procedendo...in una ciotola ho sciolto il lievito con l'acqua, ho messo la farina e ho creato il composto che vedete in foto. Quindi l'ho coperto con la pellicola e l'ho messo a lievitare...serve che raddoppi e questo avverrà in circa 30 minuti.
Passato il primo quarto d'ora dopo aver fatto la biga, in una bolla ho messo...4 uova intere, due tuorli, 140 gr di zucchero fine, un cucchiaio generoso di zucchero vanigliato...
e ho aggiunto il la seconda parte di lievito che ho sciolto in 130 ml di latte di soia. (quindi latte tiepido e 22.5 gr di lb)
Ho incominciato a sbattere il tutto con una frusta amalgamando bene e ho messo da parte.
In un'alta bolla ho versato 670 gr di farina per dolci un pizzico di sale e 170 gr di burro ammorbidito, con le mani ho amalgamato bene il tutto.
Quindi, pronta la biga, pronte le uova e la farina ho versato il tutto dentro il recipiente dell'impastatrice aggiungendo per ultima la biga.
15 minuti a vel 2, fin quando non si è incordato bene, ottenendo un impasto liscio, omogeneo ed elastico.
Ho tolto l'impasto dal recipiente e l'ho messo a stabilizzarsi e lievitare in una bolla...(a casa mia la temperatura era di 23°C) fin quando non è raddoppiato. Non ci sono tempi...guardate solo che raddoppi.
Una volta raddoppiato ho preso lo stampo della colomba (da 32 cm)
Vi ritroverete circa un kilo e mezzo di impasto ma nello stampo serve più o meno 700 gr per il dorso e 500 gr per le ali, con il rimanente potete metterlo in un'altro stampo e farne una più piccola.
Ho coperto e ho lasciato che lievitasse fino al bordo dello stampo...ho spennellato con un tuorlo sbattuto con latte e ho messo la granella di zucchero.
Ho infornato a forno preriscaldato a 180°C per il tempo necessario, circa 35 minuti. Comunque con uno spaghetto verificate la cottura interna, se vi sembra che si brucia troppo in alto coprite con un foglio di carta di alluminio...inserite nel forno una ciotola con acqua.
Ho sfornato, ho capovolto mettendo i ferri e ho lasciato riposare per 16 ore.
Questo il risultato di questa base... Se avete intenzione di farla ricordate di inserire i canditi, o la cioccolata, o qualunque cosa decidiate per farcirla... Finite la parte superiore oltre che con la granella mettendo le mandorle o se avete voglia fate la glassa, con farina di mandorle, latte, zucchero a velo e albumi, troverete in rete tante varianti, sia per la glassa sia per farcirla. Potete usare il lievito secco, 15 gr...fate sempre metà e metà.
A me e family ha soddisfatto, anche perchè così ha già un buon gusto.
Ovvio che una fetta l'ho assaggiata con la mia marmellata di arance al rhum, grattugiando del cioccolato di Modica allo zenzero. Goduriosa.
Grazie per essere passati, spero che questo impasto sia di vostro gradimento e soddisfi anche voi.
Alla prossima ricetta.

9 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Qui le foto si vedono meglio che su Fb, caro Nuccio!! Davvero molto bella.. mi piace la mollica, molto uniforme, complimenti!

Erica Di Paolo ha detto...

Con i lievitati (sorattutto, ma non solo) fai cose che noi umani non possiamo neanche permetterci di pensare!!! Ahahahahahahah
Certo che, andando contro tutte quelle che sono le raccomandazioni canoniche, un uovo alla volta, il grasso aggiunto alla fine, impastato poco alla volta facendolo amalgamare tutto prima di aggiungerne altro, ecc, ecc.... hai fatto un capolavoro! Macchettelidicoaffà. Tu sei un grande, punto!
Un abbraccio stritoloso, caro amico Max!!

tittina ha detto...

te l'ho detto che sei un grande e te lo ripeto!!! grazie della ricetta, voglio provare chissa' se riesco!!! buona giornata e grazie!! Tittina

Elisabetta ha detto...

gran bell'impasto,Nuccio!!!dovrei provarci a mano...vedremo... ;) complimentissimi e buone Palme ^__^

Max ha detto...

@tutti... Grazie.
@ Elisabetta, si può fare benissimo a mano, anzi credo sia meglio.

annaferna ha detto...

ciao "mago" Max :)
anche questa volta hai fatto centro! con poco lavoro anche senza disciplinare a pasqua si può portare in tavola il dolce tradizionale!!
bravo echetelodicoaffà
un abbraccio e auguriiiii

Federica Simoni ha detto...

O__O spettacolare Nuccio, complimenti!! Buona domenica!

chicchina ha detto...

Max,una bella sorpresa..pasquale,con la strepitosa colomba e poi perché nessuno dei due siamo di frequente sul blog.Non prometto di doppiare la ricetta,è fuori dalle mie capacità ma approfitto per farti gli auguri :che siano giorni di serenità,sole,sorrisi,per te ed i tuoi cari.

La cucina di Esme ha detto...

Nuccio finalmente ho trovato il tuo blog, ti ho scoperto su FB ma ovviamente oda oggi ti seguo anche qui!
Sperando che la sciatica vada meglio ti auguro buona serata!
Alice

Ti potrebbero interessare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...